Sessant'anni sulle punte, in festa il Balletto di Roma

Sessant'anni sulle punte, in festa il Balletto di Roma
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 02 MAR - L'atto di nascita fu firmato davanti a un avvocato il 23 febbraio 1960. Pochi mesi dopo il battesimo di fuoco si tenne nel Ninfeo di Villa Giulia con uno spettacolo nel programma delle manifestazioni per le Olimpiadi di Roma. Cominciò così la vita artistica del Balletto di Roma, la compagnia fondata da Franca Bartolomei e Walter Zappolini che quest' anno spegne le sue 60 candeline. Sei decenni che hanno segnato la storia della danza italiana che saranno al centro di un ricco calendario di appuntamenti per festeggiare un anniversario particolare guardando avanti. In questa sua lunga vita la compagnia, laboratorio di creatività e sperimentazione, ha formato generazioni di ballerini e collaborato con i nomi più illustri della coreografia italiana e internazionale, con autori del repertorio classico e contemporaneo in un mix di stili e di generi, con musica dal vivo, costumi, scenografie e drammaturgie originali. "Il Balletto di Roma - spiegano gli animatori - continua ad essere il luogo di incontro per una community di oltre mille persone. Proprio da qui vogliamo ripartire, seguendo le tracce di una storia che ha segnato la nostra via trasformandosi in una superstrada per il futuro". Per il sessantesimo anniversario il Balletto di Roma sarà in tour per tutto il 2020 in varie città d'Italia con le più recenti produzioni, come "Io, Don Chisciotte", ultima creazione di Fabrizio Monteverde, e "Male Variations", trittico coreografico al maschile firmato da Andrea Costanzo Martini e Itamar Serussi Sahar. Parallelamente, è in corso la stagione nei Teatri della Capitale, dal Vascello al Quirino. Il Balletto di Roma porterà poi la danza italiana in Cina e Brasile con lo storico successo Giulietta e Romeo. L'ampio repertorio della compagnia si arricchirà, come ogni anno, di nuove produzioni, accanto ai progetti e alle collaborazioni internazionali. (ANSA).