Il Teatro di Salemme torna su Rai2

Il Teatro di Salemme torna su Rai2
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 21 APR - "In giro sento dire che dobbiamo prendere questo periodo come un'occasione per l'umanità. Sinceramente la mia etica interiore non è cambiata: io già prima avevo affetto per il mio prossimo". Tra una telefonata a un'anziana zia che è rimasta a Napoli e un'ultima pagina da scrivere per la sua nuova sceneggiatura, così Vincenzo Salemme, torna in teatro, almeno in tv. Nei giorni di quarantena forzata, tra i grandi appelli di artisti (e non solo) a cogliere l'occasione per proporre il meglio degli spettacoli andati scena nelle ultime stagioni, Rai2 riporta infatti in prima serata tre delle sue più divertenti commedie, andate in onda a dicembre 2019, in diretta televisiva dall'Auditorium Domenico Scarlatti della sede Rai di Napoli e adesso riproposte sotto l'unico titolo 'Salemme il bello... della diretta!'. Si parte giovedì 23 aprile con "Di Mamma ce n'è una sola", spettacolo sulle finzioni e i paradossi, dove Salemme indossa panni femminili. Si prosegue con "Sogni e bisogni" (30 aprile), favola surreale rappresentata per la prima volta nel 2001 e incentrata sul distacco di un "attributo" dal corpo del proprio "padrone". Fino a "Una festa esagerata" del 2016, diventata film due anni più tardi (7 maggio). "Rivederli, in scena, con il pubblico in platea sarà un po' tuffo al cuore - racconta Salemme all'ANSA - Sono passati solo pochi mesi, ma sembrano secoli". La vita in quarantena? "Anche se non c'era ancora un'idea per un set - dice - ne ho approfittato per finire di scrivere la sceneggiatura tratta proprio da Con tutto il cuore. Ho faticato. La mente tornava sempre alla tragedia di tutte quelle vittime, ma non ho voluto inserire il tema del virus nella storia. Non mi sembrava onesto. Quello che abbiamo vissuto si vedrà nei nostri occhi". (ANSA).