Tiscali.it
SEGUICI

Le televisioni generaliste restino gratuite, evitare che si vendano televisori con accesso solo agli operatori streaming

Devono continuare a raggiungere il grande pubblico e garantire un servizio a basso costo, completo e universale. Occorre sensibilizzare le Autorità regolamentari sul tema della difesa delle televisioni gratuite, garantendo a tutti i telespettatori un accesso semplice e continuativo ai canali generalisti

TiscaliNews   
Garanzie per le televisioni generaliste a basso costo (Ansa)
Garanzie per le televisioni generaliste a basso costo (Ansa)

Le televisioni generaliste devono rimanere accessibili, continuare a raggiungere il grande pubblico e garantire agli utenti un servizio a basso costo, completo e universale. È il senso del documento Raccomandazioni per la protezione dei servizi media di interesse generale nei mercati nazionali che la Free Tv Alliance presenterà il 29 novembre alla stazione marittima di Napoli, in occasione dell'11th HbbTV Symposium.

Lo scopo

Lo scopo sarà quello di sensibilizzare le Autorità regolamentari europee e nazionali sul tema della difesa delle televisioni gratuite, garantendo a tutti i telespettatori un accesso semplice e continuativo ai canali televisivi generalisti. La Free TV Alliance (Ftva) è l'associazione industriale europea delle piattaforme televisive gratuiti di Francia (Fransat), Germania (HD+), Regno Unito (Freeview and Freesat9) e Italia ( Tivusat).

Il loro successo ha consentito ai media generalisti - storicamente incentrati sui canali di trasmissione nazionali - di raggiungere e mantenere un vasto pubblico. In questi anni i cambiamenti degli apparecchi televisivi e del sistema di distribuzione dei contenuti audiovisivi, hanno creato molte barriere ai consumatori per accedere ai canali televisivi generalisti.

Manifesto per difendere le televisioni a basso costo (Ansa)

La prominence

Le Autorità europee e nazionali stanno lavorando a normative che tutelino la cosiddetta "prominence" dei canali televisivi: un termine pressoché sconosciuto che significa garantire alla tv gratuita la presenza sul telecomando, evitando che i produttori di televisori eliminino a loro piacimento i numeri dai telecomandi, sostituendoli con pulsanti che indirizzino l'accesso direttamente ai vari operatori streaming - Stesso trattamento si chiede per i menù degli smart tv, che dovrebbero dare accesso non solo alle app a pagamento, ma anche ai canali lineari tradizionali. Senza una reale protezione della loro visibilità i canali televisivi gratuiti rischieranno di essere nascosti dietro una barriera fatta di diversi servizi televisivi pay, nelle loro varie forme.

TiscaliNews   

I più recenti

Prezioso lotto di monete antiche restituito all'Italia dall'Argentina (Ansa)
Prezioso lotto di monete antiche restituito all'Italia dall'Argentina (Ansa)
Puma Punku a Tiahuanaco, alcune delle rovine
Puma Punku a Tiahuanaco, alcune delle rovine

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...