L'enigmatico ritrovamento nella Piramide del Sole: il mistero della maschera verde di Teotihuacan

Si ritiene che quella mastodontica costruzione custodisca ancora moltissimi segreti. Un tunnel di 120 metri. Un’avventura alla Indiana Jones. Infine gli archeologi raggiungono il tesoro

La piramide del Sole e la misteriosa maschera verde
La piramide del Sole e la misteriosa maschera verde
di I.D.

Una delle strutture più affascinanti dell’archeologia messicana è sicuramente la Piramide del Sole di Teotihuacan. Si ritiene che la mastodontica costruzione custodisca ancora moltissimi segreti. Niente di strano dunque che proprio in quel luogo i ricercatori dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) abbiano portato alla luce nel 2011 un manufatto sorprendente.

Come in un film di Indiana Jones

Il racconto sembra quello di un film di Indiana Jones. Attraverso un tunnel lungo 120 metri un team di archeologi raggiunge un banco di roccia dove viene trovato un vero tesoro. Frammenti di terracotta, pezzi di ossidiana, alcune statuette di forma umana e – per ultima - una incredibile, inquietante, maschera realizzata con una pietra verde. Un reperto più unico che raro. L’unico di quel genere rinvenuto in quel contesto o in contesti simili.

Il probabile rituale

Ma quale è il suo significato? Perchè si trovava in quel posto? Parrebbe che la maschera verde sia stata piazzata lì in un rituale forse destinato a celebrare la costruzione della piramide. Qualcuno azzarda che la maschera possa essere un ritratto, anche se non si hanno informazioni esatte sulle persone che costruirono gli imponenti monumenti messicani.

Chi le ha erette?

Permangono infatti molte domande ancora sui veri costruttori delle piramidi di Teotihuacan. Si parla a questo proposito di vari popoli: dai Nahua agli Otomi o ai Totonachi. Ma il mistero resta. Anche il nome della grande piramide, d'altro canto,  pare non sia quello originale. “Piramide Del Sole” fu infatti il nome che le attribuirono gli Atzechi molto tempo dopo che il sito fu abbandonato.

Una tradizione popolare vuole che un tempo Teotihuacan fosse chiamata Città degli Dei. Ed anche questo fa riflettere. Nel periodo di maggior splendore ospitava più di 200mila abitanti. Una vera metropoli per quei tempi remoti. La maschera verde potrebbe avere dunque una grande importanza per aiutare a capire meglio le origini della città e la storia del popolo che la abitava. Sarebbe fondamentale, tuttavia, riuscire a trovare qualche altro reperto dello stesso periodo tra le fondamenta dell’incredibile edificio, per facilitare le cose. Per questo gli archeologi continuano a indagare, alla ricerca di ulteriori tesori, tra i segreti della enorme piramide messicana.