Tiscali.it
SEGUICI

Spopola la passione Pokémon, carte da collezione fenomeno anche in Italia: collezionismo ma anche investimento

C’è chi ne ha fatto un lavoro e chi favorisce il collezionismo con community dedicate. Protagonisti giovani, ragazzi e ragazze, ma anche adulti che hanno capito che è una forma di investimento. E poi il mondo Pokémon coinvolge anche i videogame

di Tiscali Cultura/Askanews-Leonardo Merlini   
Fenomeno Pokémon (Ansa)
Fenomeno Pokémon (Ansa)

Si tratta di una passione che coinvolge sempre più persone nel mondo. E non solo ragazzi. Collezionare carte Pokémon è infatti un’attrazione fatale ma anche un’occasione di investimento. Anche nel nostro Paese si tratta di un fenomeno consistente che coinvolge centinaia di miglia di appassionati. Questi collezionisti sono disposti a spendere dei soldi per accaparrarsi le ambite carte, percorrendo le vie di Internet, frequentando i negozi specializzati e le edicole. Non disdegnano nemmeno le fiere dove si disputano i pezzi più pregiati. Di questa particolare tendenza racconta Leonardo Merlini su Askanews.

Chi ci ha costruito un lavoro

“Per cercare di raccontare questa storia abbiamo incontrato – dice - chi su questa passione ha costruito un lavoro, come Makeawish, uno dei più seguiti content creator italiani in tema di Pokémon e carte collezionabili”.

"È una passione che coinvolge veramente sempre più persone – racconta  Makeawish all’intervistatore - tra l'altro, diciamo a livello di numeri, quanto meno in Italia, io per esempio lo sperimento con il canale YouTube, che è incredibilmente in crescita. È difficile sapere quante persone effettivamente collezionano, ma di persone interessate sicuramente ce ne sono moltissime: abbiamo canali YouTube anche solo in Italia che quasi raggiungono il milione di iscritti. Quindi sicuramente la community è molto molto ampia". Numeri in crescita e caccia ai pezzi rari, o anche solo ai video con l'apertura di pacchetti e set, sul Web.

Questa dinamica, insieme a quella, dal lato dei produttori, che prevede il lancio periodico di nuove espansioni, è ormai consolidata e alimenta il business da entrambi i lati.

Pokémon tra collezionismo e investimento (Ansa)

I collezionisti

“Ma chi sono i collezionisti italiani? Lo abbiamo chiesto – scrive Merlini - a Stefano Cavallaro, titolare dell'attività Collectors Mania a Lucca e da anni protagonista di una community dedicata ai Pokémon.

"Ormai il collezionista di oggi – risponde Cavallaro - può essere chiunque. Abbiamo una grande varietà di collezionisti adulti, dai 30 ai 60, senza problemi anche di età un pochino più avanzata, che hanno capito che qua, in questo ambito qui, del mercato delle carte Pokémon, c'è un investimento, un'idea di investimento e poi abbiamo tutta la parte di collezionisti giovani, i bimbi, i ragazzi, che stanno portando avanti questa cosa, tendenzialmente che viene da dei familiari o da delle conoscenze che già collezionavano carte o cose simili".

Il legame con i videogame

“La passione per il mondo Pokémon, comunque, non riguarda solo il collezionismo, ma anche i videogame. E in occasione della Milano Games Week abbiamo incontrato Angelo Peruzzi, presidente del Team Aqua SD, un'associazione sportiva dilettantistica che si occupa del gioco competitivo di Pokémon”.

"Ogni allenatore di Pokémon – dice Peruzzi - sa che bisogna catturarli tutti e questo è il punto di partenza che si svela attraverso il videogioco, attraverso le carte, anche attraverso il collezionismo di quelle che sono le miniature di tutti i mostriciattoli tascabili e le vie in cui queste si possono manifestare".

Catturarli tutti, a livello di carte, è certamente impegnativo, data anche la quantità di set che negli anni sono stati prodotti per il gioco collezionabile, ma trovare alcuni Pokémon particolarmente rari significa avere in mano un oggetto di valore, anche economico, non trascurabile. "Molti di questi prodotti sono ricercati da tantissime persone e quindi valgono anche come quasi una riserva di valore in questo momento, quasi come un bene rifugio in alcuni casi".

“La Rete, da sempre, è, tra le altre cose, un alimentatore di sogni di guadagni e di popolarità. Probabilmente anche le carte Pokémon in parte affascinano potenziali speculazioni, ma, provando a guardare più da vicino, la sensazione è che a prevalere sia comunque la passione per il collezionismo, per il riuscire a trovare il pezzo raro e ad averlo nei propri album. Anche perché non va dimenticato che stiamo comunque parlando di un fenomeno che si rivolge in primo luogo ai bambini e ai ragazzi, anche in altri formati, come per esempio la serie "Orizzonti Pokémon", che è stata da poco lanciata con il canale tv Boing”.

di Tiscali Cultura/Askanews-Leonardo Merlini   

I più recenti

La via lattea raffigurata dalla dea egizia Nut (Ansa)
La via lattea raffigurata dalla dea egizia Nut (Ansa)
Il pugnale di Tutankhamon non è egiziano (Ansa)
Il pugnale di Tutankhamon non è egiziano (Ansa)
Pompei, Guerra di Troia: uno dei nuovi affreschi scoperti (Ansa)
Pompei, Guerra di Troia: uno dei nuovi affreschi scoperti (Ansa)

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...