Tiscali.it
SEGUICI

Dalla preistoria al futuro, il Tempo in Fondazione Ligabue

di Askanews   
Loading...
Codice da incorporare:

Venezia, 13 apr. (askanews) - Una mostra inattesa, che racconta di fotografia e incisioni preistoriche, ma lo fa con una sensibilità e uno sguardo diversi, che parlano del senso del tempo, ma anche della sua circolarità, che dalla profondità delle grotte spagnole riporta alla luce immagini che arrivano a noi come opere d'arte contemporanea. La Fondazione Ligabue ha presentato a Palazzo Erizzo a Venezia la mostra di immagini di Domingo Milella, intitolata "Futuro Remoto". E il fotografo ci ha accompagnato in questo vortice del tempo."Questo salto spazio temporale, perché alla fine è un salto spazio temporale - ha detto Milella ad askanews - nasce proprio dal fatto che viviamo in un'epoca digitale e il mondo degli schermi, il mondo della consunzione dell'immagine fredda, dell'immagine elettrica, che mi ha spinto a cercare immagine organica.

Diciamo che se potessi fare un assioma di semplificazione, come esiste l'intelligenza artificiale oggi, Io ho cercato nelle caverne del passato remoto un'intelligenza invece organica, l'opposto del calcolo. Anche perché quello che noi sappiamo della preistoria è pochissimo, è l'ampiezza degli spazi temporali di cui parla è un immenso, un immenso incalcolabile". Questa dimensione profonda questa ricerca sulle origini dell'umano, sono alla base del lavoro della Fondazione Ligabue, che da sempre racconta culture lontane in relazione a noi. Inti Ligabue, presidente della Fondazione: "Futuro Remoto - ci ha spiegato - è una mostra che tratta delle immagini, del segno, tratta una ricerca che la Fondazione Ligabue ha percorso per tanti anni, quella del segno e dell'immagine della natura, del cosmo, del ciclo della natura, della vita, delle paure che questi nostri antenanti avevano. E Domingo Milella con questa mostra che tratta di immagini preistoriche, ci riporta nella contemporaneità con questo medium, la fotografia, è assolutamente qualcosa che affine al nostro percorso. È una prima assoluta, qui a Palazzo Erizzo, la sede della nostra Fondazione, dove appunto apriremo le porte dal 18 al 27 aprile solo in visita e serali, perché è la prima volta che non trattiamo questa, una mostra, un percorso di ricerca attraverso la didattica o la divulgazione e la pubblicazione, ma attraverso l'arte e i sensi".Realizzate con un grande banco ottico analogico, le fotografie di Milella sono finestre su un'altra era, che dialoga con noi, con la nostra comune radice umana e, quasi come un messaggio alieno, ci parla anche del futuro.

di Askanews   
I più recenti
Oltre l'orizzonte, 30 opere di Giovanni Anselmo al Maxxi
Oltre l'orizzonte, 30 opere di Giovanni Anselmo al Maxxi
Festivaletteratura, tra gli ospiti Dicker, Carrère e Lynch
Festivaletteratura, tra gli ospiti Dicker, Carrère e Lynch
Torna Ebraica, festival internazionale di cultura
Torna Ebraica, festival internazionale di cultura
Torna a Bologna la 16/a edizione del Festival Francescano
Torna a Bologna la 16/a edizione del Festival Francescano
Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...