Iacopo Melio, dodici storie di ordinaria fragilità per la sorella Costanza

Un viaggio alla scoperta di ogni tipo di diversità, le dodici lezioni di Iacopo Melio dedicate ai ragazzi "che non smettono di sognare e di mettersi in gioco".

di Tiscali News

Dodici storie che sono un inno a ogni tipo di diversità. Dodici lezioni da custodire mentre diventiamo grandi o torniamo piccoli. Sono quelle che Iacopo Melio, giornalista, scrittore e attivista per i diritti umani e civili, ha raccolto in 'Tutti i fiori che sei', in uscita oggi, 28 settembre per Rizzoli, dedicato alla sorella Costanza che sta affrontando l'emozionante e difficile passaggio all'età adulta e a tutti i giovani.

Scritto da Melio, 28 anni, dopo un anno difficile, che lo ha visto in ospedale a causa del covid, il libro, con le poetiche illustrazioni di Agnese Innocente, Premio Andersen 2021- 'Miglior libro a fumetti', e un racconto di Guido Catalano, da' voce a Nyamekye, che ha incontrato i suoi genitori a sette anni. Ci racconta di Celeste, che ha il profumo più buono del mondo, di Alessia, che cerca solo un riparo e di Guido che si prende i suoi tempi, ma va bene così.

Tutte storie di ordinaria fragilità e straordinaria resilienza con protagonisti a volte sperduti o sovversivi, persone che chiedono risposte o soltanto ascolto. Sono "i cavalieri con la macchia e con la paura", come Melio ama definirli, quelli che vanno avanti nonostante tutto, che ci provano sempre, che non smettono di sognare e di mettersi in gioco. E c'è anche un invito a dare un nome alle emozioni con un alfabeto dalla A alla Z.

"Tutti i fiori che sei' è un libro che insegna a spalancare le braccia anziché alzare muri" e in questo viaggio dove ogni tappa è un fiore per Costanza ce n'è anche uno seminato dalla mamma di Iacopo e Costanza, Barbara, che dice "non scordarti chi sei". Mentre nel suo fiore Catalano si concentra su "Una questione di tempi" per dirci che "Non sempre siamo sincronizzati. Non siamo orologi di precisione. E, soprattutto non siamo in gara con nessuno". Con questo libro, dedicato ai ragazzi a partire dai 10 anni ma valido per tutti, Melio, che per il suo impegno civile ha vinto nel 2017 il premio 'Cittadino Europeo' e nel 2018 è stato nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica per la sua lotta contro gli stereotipi sociali e culturali, vuole tornare tra i banchi di scuola, a parlare ai giovani, ad ascoltarli a consigliarli. E lo farà, anche se virtualmente, in streaming, in tutte le classi che lo vorranno accogliere.