La morte di Carlo Giuliani e il massacro della Diaz a Genova: le rivelazioni in un podcast

La paura, il sangue, i misteri. Nel podcast dedicato al G8 di Genova si ripercorre uno degli eventi più sconvolgenti della storia italiana recente.

La morte di Carlo Giuliani e il massacro della Diaz a Genova: le rivelazioni in un podcast
Di Ares Ferrari

A partire dal 16 giugno Internazionale propone Limoni, un podcast settimanale curato da Annalisa Camilli, che ripercorre le vicende di uno dei più segnanti eventi della storia recente in Italia: il G8 di Genova.

Perché parlare del G8 vent’anni dopo?

La giornalista dell’Internazionale Annalisa Camilli ha deciso di ripercorrere, come in un cold case, il clima politico, le tensioni sociali, le incertezze economiche che hanno contribuito a dare al G8 di Genova, il vertice degli otto grandi della terra, una rilevanza epocale. Le proteste contro le disparità sociali e le manifestazioni continue contro lo sfruttamento delle risorse del pianeta erano iniziate a Seattle nel 1999 e poi hanno toccato Nizza, Goteborg, Davos fino ad approdare in Italia, a Genova, in occasione del vertice chiamato G8. Migliaia di persone si sono riunite in queste città per opporsi al sistema capitalistico e alle ingiustizie sociali a danno delle popolazioni e delle persone più deboli.

Il podcast

Il podcast si snoda agilmente tra interviste ai protagonisti che hanno partecipato all’evento, a esperti, a politici e uomini di legge, per cercare di fare luce, tramite competenze e analisi oggettive, sulle ombre di un episodio che Amnesty International ha definito “una violazione dei diritti umani di dimensioni mai viste nella recente storia europea”. La serie si compone di otto episodi settimanali disponibili sul sito di Internazionale ma anche su Apple, Spotify, Spreaker, Google podcasts. Annalisa Camilli, in collaborazione con Carlo Bachschmidt, Marzia Coronati e Anita Otto, ha scritto l’intera serie. L’audio è a cura di Riccardo Fazi con l’aiuto di Amedeo Berta e Gianluca Agostini. Consulenza e montaggio sono di Jonathan Zenti, la musica è di Adele Altro, coordinamento editoriale di Chiara Nielsen, il copy editing di Pierfrancesco Romano, la voce dei titoli di Alberto Notarbartolo.

Una città ferita

Nell’immaginario collettivo gli eventi legati alla tragica morte di Carlo Giuliani e al massacro avvenuto all’interno della scuola Diaz sono fotografie indelebili di una città stravolta e di un’umanità vittima di inaudita violenza. L’identità di Genova ne è uscita gravemente ferita così come la psiche di chi ha partecipato alla manifestazione, ha visto e subito le cariche delle forze dell’ordine o è stato portato nelle caserme e pesantemente umiliato. Ad oggi troppi misteri e troppi punti d’ombra rendono i fatti di Genova meritevoli di attenzione e indagine accurata. Limoni si prefigge lo scopo di raccontare la verità, per non dimenticare.