Tiscali.it
SEGUICI

Le chiavi di casa, stai attento a chi le dai: mai fidarsi degli amici

Tu e tua moglie avete avuto un incidente, così chiami il tuo miglior amico e gli chiedi di fare un salto a casa vostra per prendere un cambio. Lui ci va, però decide di fare un doppione delle chiavi. E non lo dice a nessuno

Rosaria Russodi Rosaria Russo   
La copertina del libro e l'autore
La copertina del libro e l'autore

Stai male, tu e tua moglie avete avuto un incidente. Ecco che chiami Marco, vostro amico da sempre, e gli chiedi di fare un salto a casa vostra per prendere un cambio, dato che trascorrerete la notte in osservazione in ospedale.

Nulla di più semplice. Il vostro amico ci va, e prende tutto quello che ritiene necessario. È una persona speciale, talmente tanto da pensare a ogni evenienza, e non fa mancare nulla a tua moglie, nulla di ciò che potrebbe servirle durante la notte. Peccato che però decida di farsi un doppione delle chiavi. Una cosa possibile. Ma non lo dice a nessuno, perché il suo scopo è tornare in quella casa quando non ci siete voi.

E l’occasione arriva presto. Un weekend a Parigi, romantico. Pochi giorni ma abbastanza per trasferirsi da voi, nella vostra intimità, senza farsi vedere da nessuno.

Un motivo dietro questa apparente follia c’è. Marco è segretamente innamorato di Sveva, tua moglie. E non vede l’ora di immergersi nella sua quotidianità. Poter vivere di riflesso qualcosa che poteva appartenergli.

La vita ha scelto diversamente. Sveva ama Vittorio. Sono sposati e sereni insieme. Lui è uno sceneggiatore e psicologicamente lotta con i suoi fantasmi. Ma anche coloro che ai suoi occhi appaiono come una coppia serena, nella realtà nascondono qualcosa. Piccoli o grandi problemi celati sotto al tappeto. La storia prosegue come una scheggia, senza sosta. L’evoluzione immerge il lettore nella mente dei protagonisti, in uno scenario temporale che scorre dal passato al presente, e fa capolino nel futuro.

Le Chiavi di casa, di Paolo Ricchiuto, avvocato romano, edito da Giunti, è un libro molto particolare. Il protagonista è una persona instabile, circondato da amici di vecchia data. Un gruppo che sembra tanto coeso, dove ognuno sembra sapere tutto dell’altro, e che invece traballa da sempre. È un viaggio interessante nella mente umana e ci prospetta quello che si può arrivare ad essere, anche se non ce ne rendiamo conto. Tutti noi potremmo far prevalere il nostro bisogno a quello degli altri. E il confine per passare da persone “normali” a instabili, è molto sottile.

Rosaria Russodi Rosaria Russo   
I più recenti
Compagnoni e Lecedelli protagonisti del libro di Ardito
Compagnoni e Lecedelli protagonisti del libro di Ardito
Fenomeno Taylor Swift: i genitori la volevano agente di cambio. Curiosità e aneddoti nel libro con...
Fenomeno Taylor Swift: i genitori la volevano agente di cambio. Curiosità e aneddoti nel libro con...
Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...