Tiscali.it
SEGUICI

Io so' io: Il numero dei parlamentari è ridotto ma sborsiamo gli stessi soldi di prima

Come i politici sono tornati a essere intoccabili. "Governare non può mai significare comandare. Chi ha il potere dovrebbe avere anche gli stessi doveri di coloro che l'hanno eletto".

di Tiscali Cultura/Ansa   
La copertina del libro e Sergio Rizzo
La copertina del libro e Sergio Rizzo

Non c'è bisogno di ricordare i suoi lavori precedenti. Sono diventati libri cult per il grande pubblico. Sergio Rizzo, giornalista e coautore del noto bestseller e saggio inchiesta La casta (2007), torna in libreria con Io so' io - Come i politici sono tornati a essere intoccabili. Il saggio, uscito per Solferino, passa al setaccio sprechi e storture della politica italiana di oggi. Il titolo romanesco riprende la battuta del Marchese del Grillo di Monicelli, e deriva a sua volta dal sonetto Li soprani der monno vecchio del poeta Giuseppe Gioachino Belli. "C'eravamo illusi che con la repubblica gli italiani non sarebbero stati più sudditi, ma cittadini. E come la legge dev'essere uguale per tutti, anche chi pro tempore detiene il potere o ha un posto in Parlamento per decisione degli elettori dovrebbe avere, oltre ai medesimi diritti, anche gli stessi doveri di coloro che l'hanno eletto", scrive Rizzo nel capitolo Governare non può mai significare comandare.

"Il Parlamento si limita a votare"

Oggi "il Parlamento non ha più la funzione che la Costituzione gli assegna", spiega Rizzo. "Dovrebbe essere - continua - il luogo dove si concepiscono, si discutono e si approvano le leggi; invece le produce il governo e il Parlamento si limita a votare i suoi decreti, scritti dagli alti burocrati esperti legislativi dei ministeri. Gli eletti dai cittadini dovrebbero avere il controllo sul potere esecutivo, ma sono ridotti a ratificare decisioni politiche prese dai capi dei partiti o nelle stanze dei ministri". Il saggio affronta anche il tema delle urne vuote, fenomeno legato al fatto che gli elettori sono "sempre più delusi e disorientati".

Gli italiani non votano perché lo ritengono inutile

"Gli italiani non vanno più a votare perché lo ritengono inutile", commenta Rizzo che prosegue: "A cambiare sono soltanto le parole. Cambiano i nomi dei partiti, come pure i nomi dei ministeri. Cambiano così frequentemente che è difficile stargli dietro, per la gioia delle ditte incaricate di rifare in continuazione targhe, targhette, carte intestate e biglietti da visita".

I parlamentari sono meno ma costano come prima

Nel paragrafo Meno onorevoli, stessi soldi di prima, Rizzo parla di un altro argomento clou, ovvero quello degli sprechi e fa sapere: "sebbene il numero dei parlamentari sia ridotto del 36,5 per cento, le dotazioni finanziarie di Camera e Senato non si riducono di un centesimo. Cioè per i 600 deputati e senatori attuali il Tesoro dà gli stessi soldi di prima, come fossero ancora 945. Complessivamente poco meno di un miliardo e mezzo: 943.960.000 euro alla Camera, 505.360.500 euro al Senato".

di Tiscali Cultura/Ansa   

I più recenti

La Star, un thriller di Francesca Bertuzzi
La Star, un thriller di Francesca Bertuzzi
Tutto quello che credete di sapere su di me è falso. Afrodite, la dea dell'amore, racconta la sua verità
Tutto quello che credete di sapere su di me è falso. Afrodite, la dea dell'amore, racconta la sua verità

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...