Il sesso, l'argomento che più ci interessa ma di cui abbiamo (ancora oggi) più vergogna di parlare

Intervista video alla dottoressa Francesca Fadda, psicologa, psicoterapeuta sistemico relazionale, consulente ed educatrice sessuale specializzata presso IISS.

Perché il sesso è un argomento che interessa tutti, ma che ancora oggi ci imbarazza. Parlarne soprattutto con i figli e le figlie, con studenti e studentesse è ancora un taboo. C'entra la religione? L'educazione? La poca consapevolezza? Quanto è importante una corretta educazione al piacere? Abbiamo raggiunto una parità tra uomo e donna? La masturbazione è ancora un tema che abbiamo difficoltà ad affrontare?

Oggi ne parliamo con la dottoressa Francesca Fadda, psicologa, psicoterapeuta sistemico relazionale specializzata presso IEFCOSTRE MARCHE, consulente ed educatrice sessuale specializzata presso IISS – Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica (Roma).

Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Sardegna n. 2314, svolge la libera professione da cinque anni occupandosi prevalentemente di problematiche relazionali e familiari e intervenendo nelle seguenti aree: salute e benessere psicosociale, educazione e benessere sessuale, crescita personale, autorealizzazione e miglioramento della qualità della vita. E’ stata presidente ASAA ONLUS – Associazione Sostegno Alopecia Areata – dal 2014 al 2017, attualmente vice presidente si occupa di progetti di sensibilizzazione per le scuole e di supporto familiare a persone e bambin* che vivono con la patologia. Offre inoltre in convenzione agli associati e le associate un servizio agevolato di sostegno psicologico, individuale e di gruppo, alle persone che soffrono di Alopecia Areata e ai loro familiari.

Nel 2015 ha fondato La Formica Viola, associazione di promozione sociale che opera nelle Regioni Abruzzo e Sardegna per la promozione della cultura del rispetto e delle differenze. Con la stessa organizza eventi culturali ed interventi psicoeducativi nella scuole centrati principalmente sulle differenze di genere e il bullismo.