Tiscali.it
SEGUICI

Tensione costante verso l'infinito: la pittura di Lucio Saffaro

di Askanews   
Loading...
Codice da incorporare:

Trieste, 11 mar. (askanews) - Un artista, scienziato, intellettuale, legato tanto alla lezione rinascimentale quanto alla cultura della Mitteleuropa. Lucio Saffaro torna nella sua Trieste con una mostra che trasforma in sensazioni visive i concetti di immensità e di limite. A curare l'esposizione, promossa dal Comune di Trieste e dalla Fondazione Lucio Saffaro e organizzata da Villaggio Globale, è stato chiamato Claudio Cerritelli."Un artista estremamente poliedrico - ha detto ad askanews ricordando la figura di Saffaro - autore di studi scientifici, laureato in fisica pura. Un artista che si è dedicato alla pittura fin da giovane.

Noi esponiamo quello che forse è il suo periodo meno noto, gli anni Cinquanta, con queste figure allegoriche che parlano di universi sconosciuti e di latitudini che non sono quelle della nostra consueta percezione quotidiana".In questa costante dinamica che mette in relazione simboli, poliedri, allegorie e ritratti, la mostra ci porta a riflettere sulla geometria della perfezione, che resta sempre irraggiungibile, ma alla quale, come filosofi illuministi, possiamo però continuare a tendere, all'infinito."Poi il suo lavoro si è sviluppato sulla base di un rapporto molto intenso con la scienza - ha aggiunto Cerritelli - attraverso canoni matematici, che sono stati per lui uno strumento per indagare una cognizione del tempo quasi al di là del tempo, quasi metafisica. Quindi la sua natura è quella di un razionalista che ha però una vocazione mistica nella ricerca dell'assoluto, nella ricerca di tutto ciò che va verso l'infinito".Quell'infinito - artistico, matematico e simbolico - che è stato al centro della ricerca rinascimentale e che in Saffaro ritorna di continuo, come se fosse una costante matematica, una di quelle grandezze che si giustificano da sé. Forse, riguardandole oggi, le opere di Saffaro ambivano, senza sensazionalismo, a fare proprio questo. E la mostra, intitolata "Tra arte e scienza" e allestita al Magazzino 26 nel Porto Vecchio di Trieste, ce lo ricorda con grazia e attenzione.

di Askanews   
I più recenti
Alla Galleria Borghese le opere di Bourgeois, tra inconscio e memoria
Alla Galleria Borghese le opere di Bourgeois, tra inconscio e memoria
Al Colosseo tornano i gladiatori con mostre, studi e accordi
Al Colosseo tornano i gladiatori con mostre, studi e accordi
Restauri, via nero di smog da abside della basilica a Lucca
Restauri, via nero di smog da abside della basilica a Lucca
Pierino e il lupo disegnato da Bono Vox su Rai3 e RaiPlay
Pierino e il lupo disegnato da Bono Vox su Rai3 e RaiPlay
Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...