Standing ovation in Giappone per l'Opera di Roma

Standing ovation in Giappone per l'Opera di Roma
di Ansa

(di Alessandro Libri) (ANSA) - TOKYO, 19 SET - Standing ovation e tutto esaurito nelle prime quattro rappresentazioni di La Traviata e Tosca nella tournée del Teatro dell'Opera di Roma in Giappone. Il capolavoro di Giuseppe Verdi è stato accolto da dieci minuti di applausi allo storico Bunka Kaikan a Tokyo, mentre per la prima di Tosca, musica di Giacomo Puccini, al Kanagawa Kenmin Hall di Yokohama la calorosa ovazione del pubblico si è trascinata per 15 minuti. Il tour nel Paese del Sol Levante che vede impegnata la Fondazione lirico-sinfonica capitolina per un totale di sette serate d'opera proseguirà fino al 26 settembre.

La Traviata, con il fortunato allestimento del 2016 di Sofia Coppola e i costumi di Valentino Garavani, vede tra i protagonisti il noto soprano Lisette Oropesa, l'acclamato tenore verdiano Francesco Meli e il baritono mongolo Amartuvshin Enkhbath. Per Tosca, realizzata nel 2008 da Franco Zeffirelli e allestita oggi da Marco Gandini nel centenario dalla nascita del grande regista fiorentino, salgono sul palco Sonya Yoncheva, cantante dell'anno per Opus Klassik 2021, il tenore Vittorio Grigolo, considerato l'erede della vocalità di Pavarotti, e il baritono Roman Burdenko. A guidare l'orchestra in tutti gli spettacoli, il direttore musicale Michele Mariotti, impegnato in un autentico tour de force ma pieno di riconoscenza per il pubblico composto prevalentemente da intenditori: "Questa tra Italia e Giappone è una storia di amore da tantissimo tempo", racconta Mariotti all'ANSA. "Noi pensiamo che loro siano quello che noi vorremmo essere sotto certi aspetti; rappresentano la parte migliore di noi in qualità di educazione, rispetto, cultura e competenza. Perché loro non ti applaudono per partito preso, è un pubblico che ha una profonda conoscenza, non sono solo dei fan. E questo noi lo sentiamo: dai silenzi, dall'attenzione con cui ci seguono, e per noi è molto stimolante". (ANSA). .