Tiscali.it
SEGUICI

Relatività di Escher forse ispirata da un palazzo di Amalfi

di Ansa   
Relatività di Escher forse ispirata da un palazzo di Amalfi

(ANSA) - NAPOLI, 30 GEN - A restare prima sorpreso e poi entusiasta è stato Marco Scognamiglio, comunicatore d'impresa e pittore: uno scorcio della Costiera amalfitana potrebbe aver dato ispirazione all'olandese Maurits Cornelis Escher, grafico e incisore morto nel 1972, famoso per le incisioni e litografie che tendono a presentare costruzioni impossibili, con motivi a geometrie interconnesse che cambiano in forme via via differenti, spesso per ottenere effetti paradossali. La scoperta riguarda la Relatività, una tra le opere più rappresentative dell'artista: una litografia realizzata nel 1953 che raffigura uno spazio policentrico nel quale figure umane si muovono su piani diversi.

L'opera è conservata alla National Gallery di Washington. Escher visitò a lungo l'Italia e fu in particolare nella Costiera amalfitana nel 1923: nella 'Divina costiera' ha trovato spazi e geometrie riprodotte in molteplici opere. Ad esempio Atrani compare tra i soggetti di Metamorfosi II. Le somiglianze che Scognamiglio ha visto e fotografato tra Relatività e l'architettura di uno dei palazzi di Amalfi, nei pressi di Piazza Municipio e più precisamente all'imbocco del tunnel che conduce ad Atrani, sono "molte ed evidenti". "Mi sono innamorato a prima vista di Escher - dice Scognamiglio - quando, da bambino, ho trovato per la prima volta le sue scale impossibili sulla copertina di un libro di Paradossi. Negli anni ho deciso di avviare studi specifici e, durante il lockdown, di trascorrere un periodo in Costiera con la mia ragazza per rivivere i luoghi e le architetture che ispirarono il maestro incisore". "Di Escher - aggiunge - apprezzo la sua sconfinata fantasia, culminante nelle sue geometrie interconnesse. Quando si fondono, descrivono la danza della vita e della morte: due espressioni dello stesso significato, rappresentato magistralmente in 'Metamorfosi'". Nel team di studiosi che collabora con Scognamiglio c'è anche il ravellese Alessio Amato, archeologo e guida turistica. "Credo che per gli amanti della cultura, dell'arte e di Mauritis Cornelis Escher in particolare, sia un'intuizione degna di nota sulla quale bisogna però ancora lavorare. È indubbia la somiglianza tra il cortile del palazzo amalfitano e l'opera". (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Monte di Pietà, le sale del dolore e dell'avidità umana
Monte di Pietà, le sale del dolore e dell'avidità umana
A Londra concluse celebrazioni per i 400 anni del teatro Goldoni
A Londra concluse celebrazioni per i 400 anni del teatro Goldoni
Sony World Photography Awards, Juliette Pavy fotografa dell'anno
Sony World Photography Awards, Juliette Pavy fotografa dell'anno
Neri Marcorè sarà Sherlock Holmes in un musical teatrale
Neri Marcorè sarà Sherlock Holmes in un musical teatrale

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...