Pitti Bimbo, Miniconf tra Agenda 2030 e forte ripresa

di Askanews

Firenze, 23 giu. (askanews) - "Noi abbiamo sempre dato continuità, anche nelle ultime due edizioni assieme a Pitti Uomo. Ci teniamo molto a partecipare a Pitti Bimbo, perché è la fiera più importante del settore. Speriamo che anche i nostri colleghi più avanti tornino qui". Così ha spiegato Giovanni Basagni, presidente di Miniconf."Ci siamo focalizzati sugli obiettivi dell'Agenda 2030, per l'ambiente e la sostenibilità. La durabilità del prodotto è sempre stato un nostro asset da sempre, e così la sicurezza e così sull impegno di Bci per il cotone sostenibile. Noi da siamo siamo animal free"."La collaborazione con Ducati dura da tre anni, e adesso come licenza a se stante. Abbiamo poi Minibanda, che è la parte 'piccola' di Sarabanda, nostro riferimento qualitativo per la fascia d età più piccola. Abbiamo Sarabanda, Superga, alla terza uscita. iDo è il nostro marchio più importante, rappresenta il 50% del nostro fatturato. Per il 2022 ci collochiamo con un +9% rispetto al 2019 e +20% rispetto al 2021. Siamo soddisfatti perché ritorniamo intorno ai nostri fatturati di 70 milioni che per il mercato dei prodotti per bambino è particolarmente interessante".