Tiscali.it
SEGUICI

A Terni 'L'amore nell'arte da Tiziano a Bansky'

di Ansa   
A Terni 'L'amore nell'arte da Tiziano a Bansky'

(ANSA) - TERNI, 04 DIC - A Terni dal 7 dicembre al 7 aprile Palazzo Montani Leoni, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, ospita la mostra Amarsi. L'Amore nell'Arte da Tiziano a Banksy. L'esposizione, a cura di Costantino D'Orazio, con la co-curatela e direzione di Anna Ciccarelli e la collaborazione di Federica Zalabra, riunisce le opere più famose dedicate all'amore in omaggio a San Valentino, protettore degli innamorati e patrono di Terni, e con l'obiettivo di indagare l'iconografia artistica dell'amore nella storia, dall'antichità fino al XXI secolo. Le 40 opere in mostra - pittura, scultura e ceramica - affrontano le principali declinazioni del tema, che ha attraversato tutta l'arte in ogni tempo: dalla mitologia greca e romana, attraverso le icone dell'amore spirituale medioevale, fino al recupero dell'antico in epoca rinascimentale, la sua trasformazione nel Barocco e lo sguardo nostalgico nell'Ottocento.

Tra i capolavori provenienti dai più importanti musei italiani - dagli Uffizi a Capodimonte, dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna alla Pinacoteca Ambrosiana - sono esposte opere di Guercino, Pinturicchio, Francesco Hayez, Antonio Canova, Giorgio De Chirico, Giacomo Balla e Banksy. La mostra presenta per la prima volta al pubblico la tela Venere e Adone, nata dalla bottega di Tiziano Vecellio sotto la supervisione del maestro veneziano, di recente entrata a far parte della collezione d'arte della Fondazione Carit. Tra gli altri capolavori, Il Bacio di Hayez, Venere, Cupido e Marte di Guercino, Ettore e Andromaca di De Chirico, Il Dubbio di Balla e Balloon Girl di Banksy, opera della collezione permanente della Fondazione. Il catalogo accoglie anche un testo inedito di Stefania Auci, autrice del bestseller I leoni di Sicilia. La mostra si apre con un omaggio a san Valentino, che compare nel dipinto attribuito a Giambattista Volpato raffigurante San Valentino battezza santa Lucilla (Museo Civico, Bassano del Grappa), copia della grande opera di Jacopo Bassano, in cui il giovane sacerdote restituisce la vista alla ragazza convertitasi al Cristianesimo. Poi un percorso dall'amore più puro e castigato a quello che seduce fino alle relazioni più problematiche e ambigue. (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Pesaro 2024: moneta celebrativa da 5 euro per Capitale Cultura
Pesaro 2024: moneta celebrativa da 5 euro per Capitale Cultura
Torino Comics festeggia 30 anni, al Lingotto dal 12 al 14 aprile
Torino Comics festeggia 30 anni, al Lingotto dal 12 al 14 aprile
A tutta arte, il Rinascimento di Harlem rivive a New York
A tutta arte, il Rinascimento di Harlem rivive a New York
Mostra di Roe Ethridge apre nuova Galleria corso Como 10
Mostra di Roe Ethridge apre nuova Galleria corso Como 10

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...