Tiscali.it
SEGUICI

Fifties in Rome, la couture anni ’50 (RMX) in mostra a Roma: quando il nostro stile conquistò il mondo

Villa Ludovisi celebra la bellezza del made in Italy. Alcune creazioni non sono mai state mostrate prima d’ora in un percorso museale

Giacomo Pisanodi Giacomo Pisano   
Fifties in Rome, la couture anni ’50 (RMX) in mostra a Roma: quando il nostro stile conquistò il mondo

La moda è rivoluzione. Lo sa bene chi si occupa di design e si confronta con materiali, tendenze e ricerca. Nella Roma degli anni ’50 la moda è anche la via per affermare la capacità tutta italiana di eccellere nelle manifatture e di consolidare uno stile ancora oggi invidiato in tutto il mondo.

Cinecittà, la Hollywood nostrana, diventa un trampolino di lancio per linee che in breve tempo conquistano il mercato americano, attirando, grazie al contributo finanziario dovuto al piano Marshall, gli sguardi del mondo del cinema oltreoceanico. E allora i maestri del design italiano devono misurarsi con nuove sfide, intercettare i desideri dei compratori, tracciare un futuro all’insegna dell’haute couture. Così nasce l’epoca conosciuta come la Dolce vita.

La mostra a Villa Ludovisi

Dal 14 novembre 2023 al 14 gennaio 2024 è visitabile gratuitamente l’esposizione “Fifties in Rome, la couture anni ’50 (RMX)” curata da Stefano Dominella, un itinerario nell’eleganza ospitato a Villa Ludovisi, in via Boncompagni 18, e realizzato con il patrocinio dell’Assessorato ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma.

Gli abiti provengono dalla collezione privata del curatore, presidente onorario della maison Gattinoni, in collaborazione con l’Accademia del Lusso, ente italiano di alta formazione, e dall’archivio storico del Museo Boncompagni Ludovisi. Alcune creazioni non sono mai state mostrate prima d’ora in un percorso museale e la villa, i cui spazi sono dedicati proprio al costume e alla moda italiana dei secoli XIX e XX, con i suoi arredi dal gusto eclettico e dalle garbate bizzarrie, sembra essere la cornice ideale per godere di questo viaggio nel tempo.

È lo stesso Stefano Dominella a ricordarci che non accade spesso che la capitale celebri la moda e che questa sia un’occasione unica per ammirare la qualità altissima dell’artigianato italiano nelle opere, tra le tante, di Carosa, Fernanda Gattinoni, Tiziani, Schoubert, Antonelli, Fabiani. La visione artistica di questi pionieri ha aperto la strada alla moderna affermazione del made in Italy nel mondo, assicurando al nostro paese un primato artistico di enorme pregio.

Uno sguardo al passato e uno al futuro

Eleganza, lusso, raffinatezza ma anche praticità. Sono queste le caratteristiche che il mondo attribuisce alla moda italiana da sempre e per assicurarsi che questo primato non venga meno la mostra ha coinvolto in un concorso creativo le scuole superiori della città di Roma e provincia. Studenti e studentesse hanno realizzato bozzetti ispirati ad abiti degli anni ’50 e, grazie alla valutazione di una commissione di selezionati esperti, il vincitore o la vincitrice potranno iscriversi gratuitamente ad uno dei corsi dell’Accademia del Lusso di Roma.

In questo modo tradizione e innovazione possono rinnovare il loro patto di alleanza alla ricerca di nuovi orizzonti di bellezza in grado di raccontare la contemporaneità e immaginare il futuro.  

Giacomo Pisanodi Giacomo Pisano   

I più recenti

i frammenti della statua di Costantino esposti a Palazzo dei Conservatori (immagine da Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Statua_colossale_di_Costantino_I#/media/File:Statua_colossale_di_Costantino_I.jpg)
i frammenti della statua di Costantino esposti a Palazzo dei Conservatori (immagine da Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Statua_colossale_di_Costantino_I#/media/File:Statua_colossale_di_Costantino_I.jpg)
Maurizio Cattelan Arte Fiera Bologna Mutina
Maurizio Cattelan Arte Fiera Bologna Mutina

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...