Spendere 45,4 milioni in sette minuti. Botticelli va all'asta ma le analisi rivelano una sorpresa imprevista

Aggiudicato ad una cifra da capogiro "l'Uomo dei Dolori"

Spendere 45,4 milioni in sette minuti. Botticelli va all'asta ma le analisi rivelano una sorpresa imprevista
di C.S.

Appena sette minuti. Tanto c’è voluto ad un anonimo e ricchissimo collezionista per aggiudicarsi il “L'Uomo dei Dolori” battuto ieri da Sotheby’s. Una rapidissima battaglia a suon di rilanci per arrivare alla incredibile cifra finale: 45,4 milioni di dollari, diritti d’asta compresi. La nota casa d’aste segna così il suo secondo colpo firmato Botticelli dell’anno.

Esattamente un anno fa infatti, a gennaio del 2021, un altro anonimo collezionista proveniente dall’oriente, portò a casa per oltre 92 milioni di dollari “Ritratto di Gentiluomo con Tondo”.

L'UOMO DEI DOLORI

Il percorso fatto dall’opera botticelliana è ben testimoniato almeno a partire dal diciannovesimo secolo. Il dipinto su tavola è appartenuto alla scrittrice e cantante londinese Adelaide Kemble, donna d’arte e di cultura, nonché consuocera del diciottesimo presidente degli Stati Uniti d’America, Ulysses S. Grant. Un’erede della Kemble lo mise all’asta una prima volta nel 1963 ottenendone appena 10mila sterline. Da quel momento l’opera è sempre rimasta agli attuali proprietari e concessa all’esposizione solo un’unica volta, nel 2010, per la mostra di Botticelli tenutasi a Francoforte.

LA FORTUNA NASCOSTA

Per il nuovo proprietario anche un’importante sorpresa: gli esami effettuati sulla tavola hanno rivelato che sotto l’immagine del Cristo è presente un dipinto precedente di una Madonna con Bambino.

Appena venduta l’opera è già stata prenotata per una prossima esposizione a Minneapolis. Speriamo in una maggiore generosità dei nuovi proprietari e di poterla vedere presto esposta anche in Italia.