Tiscali.it
SEGUICI

All'asta a New York un dipinto dei Beatles: fu realizzato a otto mani dai 4 scarafaggi di Liverpool. Quanto vale

Images of a Woman è il frutto dell'isolamento a cui nel 1966 i quattro furono costretti dalle autorità giapponesi. Avevano talento artistico e ognuno ne dipinse una parte. La lampada fu rimossa e misero le firme nel disco bianco rimasto

TiscaliNews   

Qualsiasi cosa abbiano toccato è oggetto di culto ormai. Figuriamoci se parliamo di un dipinto. Va all'asta da Christie's a New York un quadro, forse l'unico, dipinto a otto mani dai Beatles. Images of a Woman, offerto il primo febbraio con una stima compresa tra i 400 e i 600 mila dollari, è il frutto dell'isolamento a cui nel 1966 i quattro scarafaggi di Liverpool, ormai superstar della musica globale, furono costretti dalle autorità giapponesi preoccupate per la loro incolumità.

Chiusi nella Presidential Suite

Quell'estate John, Paul, George e Ringo passarono 100 ore chiusi nella Presidential Suite dell'Hilton di Tokyo, una straordinaria cautela decisa dalla polizia per garantire che nulla potesse succedere ai cantanti, oggetto di adorazione di folle di fan e spesso vittima di minacce durante le tournée, tra cui, in Giappone, quelle dei nazionalisti infuriati che a divi della musica occidentale fosse stato concesso di esibirsi al Budokan, l'arena considerata un tempio delle arti marziali in cui il manager Brian Epstein aveva organizzato cinque concerti.

Avevano talento artistico

I quattro avevano talenti artistici, soprattutto John e Paul: "Amavano disegnare e spesso aggiungevano disegnini ai loro autografi", ha spiegato lo storico e biografo dei Beatles, Mark Lewisohn. "E' un quadro che cristallizza un momento magico nella storia della band", ha detto l'esperto di Christie's, Casey Rogers, convinto che il dipinto potrà attirare una vasta gamma di collezionisti: "Da un lato e' un'opera d'arte, dall'altra un cimelio di celebrita' mondiali".

I Beatles interruppero i tour due mesi dopo la tappa a Tokyo: "Per questa ragione il dipinto è speciale, perché non accadde mai più, dopo quell'episodio, che si trovassero tutti assieme chiusi in una stanza senza molto altro da fare", ha detto Lewisohn. Robert Whitaker, il fotografo della tournee, registrò nei suoi scatti il lavoro in progress: i musicisti seduti a un tavolo, davanti a loro fogli di carta e una lampada in mezzo, ciascuno immerso nel suo quadrante a creare un immagine che alla fine si sarebbe congiunta alle altre. "Smettevano di dipingere, andavano a un concerto e subito dopo tornavano a quel tavolo", ha ricordato Whitaker.

Le firme nel disco bianco

"Non li avevo mai visti più calmi o appagati", ha rievocato il fotografo, secondo cui i Beatles non discussero mai tra loro cosa stavano creando: "Il quadro si è evoluto naturalmente".

Finito il lavoro, la lampada fu rimossa e nel disco bianco rimasto al centro i quattro apposero le loro firme. Il quadro rimase in Giappone: fu acquistato da Tetsusaburo Shimoyama, un executive dello spettacolo, poi, alla fine degli anni Ottanta, dal proprietario di un negozio di dischi, Takao Nishino, che nel 2012 lo mise all'asta. Quanto al titolo, fu un giornalista giapponese che lo diede al dipinto negli anni Ottanta, pensando che Paul si fosse ispirato a una vagina per il suo quadrante.

TiscaliNews   

I più recenti

‘Stars and Stones’, la mostra di Vincenzo Marsiglia è una storia di terra e cielo in dialogo con il Decamerone
‘Stars and Stones’, la mostra di Vincenzo Marsiglia è una storia di terra e cielo in dialogo con il Decamerone
Inusuale? Forse. Fuori moda? Mai. MettiteloInTesta: il cappello trionfa al THotel di Cagliari
Inusuale? Forse. Fuori moda? Mai. MettiteloInTesta: il cappello trionfa al THotel di Cagliari

Le Rubriche

Daniela Amenta

Sono giornalista. E ho scritto anche tre libri diversissimi tra loro: un giallo...

Fabio Marceddu

1993 - Diploma triennale come attore dell'Accademia d'arte drammatica della...

Ignazio Dessi'

Giornalista professionista, laureato in Legge, con trascorsi politico...

Cinzia Marongiu

Direttrice responsabile di Milleunadonna e di Tiscali Spettacoli, Cultura...

Stefano Miliani

Giornalista professionista dal 1991, fiorentino del 1959, si occupa di cultura e...

Francesca Mulas

Giornalista professionista, archeologa e archivista, è nata a Cagliari nel 1976...

Giacomo Pisano

Giornalista pubblicista, laureato in archeologia medievale, da vent’anni si...

Cristiano Sanna Martini

In passato ha scritto per L’Unione Sarda, Il Sole 24 Ore, Cineforum, Rockstar...

Claudia Sarritzu

Giornalista, per 10 anni anni ha scritto di politica nazionale e internazionale...

Camilla Soru

Cagliaritana, studi classici, giornalista pubblicista, ha intrapreso la carriera...

Cronache Letterarie

Ho fondato Cronache Letterarie nel 2011 con un’attenzione a tutte le forme di...